vaccinicop
Guide e Consigli

Iscrizioni a scuola, cambia tutto: i 10 vaccini obbligatori per potersi sedere sui banchi fino a 16 anni. Poche le eccezioni e multe salate: la guida

 

Iscrizione a scuola, cambia tutto: servono dieci vaccini obbligatori per iniziare l’anno da 0 a 16 anni. Pena la non iscrizione fino ai 6 anni e il pagamento di multe per i genitori dai 6 anni in poi. È previsto l’obbligo di vaccinazione anche per i minori stranieri non accompagnati. I vaccini potranno essere prenotati anche in farmacia. Nasce l’Anagrafe nazionale vaccini, e vengono promosse iniziative di informazione e comunicazione sulle vaccinazioni. Sono queste le principali novità della legge sui vaccini, firmata dal ministro Lorenzin, e sulla quale la Camera ha votato la fiducia. Le vaccinazioni obbligatorie sono l’antipoliomielitica, l’anti-difterica, l’anti-tetanica, l’antiepatite B, l’anti-pertosse, l’anti-Haemophilus influenzae di tipo b. Obbligatorietà a tempo, cioè solo fino al 2020, per l’anti-morbillo; l’anti-rosolia; l’anti-parotite; l’anti-varicella.  Nel caso di queste ultime tre, il ministero della salute, in futuro, potrebbe stabilire la fine dell’obbligatorietà valutando una serie di fattori entro tre anni. Le dieci vaccinazioni saranno realizzate attraverso due sole somministrazioni, una esavalente e una quadrivalente. Ci possono essere delle eccezioni, limitate, alle vaccinazioni obbligatorie: ad esempio se l’immunizzazione c’è già stata, perché il bambino ha già contratto la malattia naturale o in caso di pericolo per la salute, perché ci sono specifiche condizioni cliniche che riguardano il minore. In tal caso, la vaccinazione obbligatoria può essere fatta in seguito o omessa. (Continua dopo la foto)

vaccinidentro1

In caso di violazione dell’obbligo vaccinale,come accennato ai genitori esercenti la responsabilità genitoriale e ai tutori è comminata la sanzione amministrativa pecuniaria da 100 a 500 euro. Le sanzioni vengono irrogate dalle Aziende sanitarie. I genitori a cui l’Asl contesta la mancata vaccinazione possono provvedere entro il termine indicato a mettersi in regola. In origine la norma prevedeva anche la segnalazione al tribunale dei minori per l’eventuale perdita della patria potestà, passaggio cancellato in commissione. (Continua dopo le foto)

vaccinidentro vaccindeintro2

Non possono essere iscritti agli asili nido ed alle scuole dell’infanzia, pubbliche e private, i minori che non abbiano fatto le vaccinazioni obbligatorie. In tal caso, il dirigente scolastico segnala, entro 10 giorni, alla Azienda sanitaria competente il nominativo del bambino affinché si adempia all’obbligo vaccinale. Il genitore può anche autocertificare l’avvenuta vaccinazione e presentare successivamente copia del libretto. Chi è in attesa di vaccinare il bambino può comunque iscriverlo, presentando copia della prenotazione dell’appuntamento presso la azienda sanitaria locale. I vaccini potranno essere prenotati anche in farmacia, gratuitamente. I genitori potranno invece recarsi all’Asl per ricevere informazioni sulle modalità e i tempi di vaccinazione dei propri figli.