scuola-inglese
Guide e Consigli

Inglese per bambini: 5 consigli pratici

Specialmente diffusa tra le generazioni più recenti, l’importanza della lingua inglese è accresciuta sempre di più fino a diventare una competenza quasi data per scontata. Il mondo globalizzato e interconnesso di oggi ci richiede di saper parlare una seconda lingua. È per questa ragione che le lezioni di inglese per bambini sono spesso caldamente consigliate, perché la mente ancora in via di sviluppo rende più semplice e intuitivo l’apprendimento.

L’inglese insegnato a scuola molto spesso non è sufficiente nemmeno a costruire delle frasi vagamente complesse, a causa non tanto dell’abilità degli insegnanti, ma più della scarsa quantità di ore a disposizione, quando, per essere parlato a dei livelli medio-alti, ci sarebbe bisogno di una pratica molto più frequente. Ecco perché sempre più genitori decidono di integrare l’apprendimento dell’inglese per bambini, con lezioni individuali online assieme a madrelingua specializzati. Su piattaforme come Novakid puoi trovare più di 2000 insegnanti che seguiranno il bambino tra i 4 e i 12 anni strutturando un programma in evoluzione di pari passo ai suoi progressi. Visita https://www.novakid.it/ per saperne di più.

Come ogni lingua, il miglior modo per imparare l’inglese è praticarlo sia per esercizio che per divertimento e vita quotidiana. Le lezioni degli insegnanti di Novakid sono strutturate sulla necessità di divertirsi del bambino, con un programma basato sul gioco ed estremamente coinvolgente per bambini di qualsiasi età, incentrato progressivamente sulle caratteristiche educative e psicologiche dei bambini di età compresa tra 4 e 12 anni.  

Oltre al lavoro dell’insegnante, anche in famiglia si può fare tantissimo sfruttando la spontaneità e il classico “small talk” quotidiano. Ecco 5 consigli pratici per avviarsi all’inglese per bambini

1. Imparare l’inglese attraverso il gioco e la creatività

Ci sono molti giochi e attività divertenti che possono aiutare i bambini a imparare l’inglese in modo più facile e naturale. Ad esempio, si può giocare a “Io vado a fare la spesa”, dove i bambini devono dire gli oggetti che vogliono comprare, o si può fare una caccia al tesoro, con indizi scritti in inglese. Incoraggia i bambini a scrivere e parlare inglese il più spesso possibile sfruttando la loro creatività, ad esempio attraverso il racconto di storie o il gioco dei ruoli.

2. Guardare film e programmi televisivi in inglese

Un altro modo per imparare l’inglese è guardare film e programmi televisivi in inglese con i sottotitoli in italiano. Ciò aiuterà i bambini a familiarizzare con la pronuncia e il ritmo della lingua inglese.

3. Ascoltare musica in inglese

La musica è un ottimo modo per imparare l’inglese in modo divertente e piacevole. Si può ascoltare musica in inglese insieme ai bambini e cercare di capire il significato delle canzoni.

4. Leggere libri in inglese 

Leggere libri in inglese può aiutare i bambini a migliorare le loro capacità di lettura e a imparare nuove parole e espressioni. Si può iniziare con libri semplici e poi progredire verso libri più difficili man mano che i bambini migliorano le loro capacità di lettura in inglese.

5. Fare pratica parlando in inglese 

È importante fare pratica di frequente, parlando in inglese per aiutare i bambini a diventare più sicuri nell’utilizzo della lingua. Si può fare pratica di inglese durante la quotidianità, ad esempio chiedendo ai bambini di salutare gli altri o di descrivere ciò che stanno facendo. Incoraggia la pratica: incoraggia i bambini a leggere, scrivere e parlare inglese il più spesso possibile, ad esempio attraverso attività come il racconto di storie o il gioco dei ruoli.

Queste 5 indicazioni sono consigliate sulla base di due pilastri fondamentali: iniziare presto, perché in età precoce verrà sicuramente più naturale, e coinvolgere il bambino nelle attività che utilizzano l’inglese, così da fargli comprendere come impiegarlo nella vita quotidiana.

L’inglese è una lingua molto diffusa a livello mondiale e viene utilizzata come lingua franca in molti settori, come il commercio, il turismo, la scienza, la tecnologia e l’istruzione. Conoscere l’inglese è utile per moltissime ragioni, come poter approfittare di opportunità di lavoro all’estero, aumentare le occasioni di scambio e la semplicità di accesso alle informazioni.

Imparare più lingue è lo strumento migliore per esercitare l’elasticità mentale: i poliglotti sono infatti persone conosciute per la loro destrezza di pensiero e capacità di adattamento.