fotocop
Vita di coppia

“Il vero amore non ha mai fine”: la moglie sdraiata con il suo bimbo sulla tomba del marito. La foto che commuove il web

 

“True love is endless! Agree or not?”. Ovvero “Il vero amore non ha mai fine. Siete d’accordo o no?”. Un post che è diventato virale in poche ore. Sta commuovendo il web la foto di una donna e del suo bimbo pubblicata da Artgaleri sul profilo Instagram. La donna è sdraiata sulla tomba del marito, un militare americano, sopra una coperta che ritrae le loro foto sorridenti. Accanto a lei il figlio piccolo che dorme dentro un ovetto. La foto straziante sta facendo il giro del web. Non si sa altro dei protagonisti dello scatto: a pubblicarla un’associazione no profit che promuove l’arte e i giovani talenti aiutandoli ad affermarsi nel mercato dell’arte contemporanea e che sui social ha oltre un milione di follower. Quello che probabilmente si cela dietro la foto è la tragedia famigliare di una donna che ha perso il marito in guerra, impegnato in qualche scenario in cui gli Usa sono in prima fila, come in Medio Oriente. Una storia come, purtroppo, ce ne sono a migliaia di giovani donne rimaste vedove, spesso con figli piccoli che non conosceranno mai il proprio papà, strappato troppo presto al loro affetto. Le statistiche dei morti tra i militari americani in servizio sono impietose e mostrano che il numero dei soldati che si sono tolti la vita è più alto di quelli caduti in guerra in Iraq e in Afghanistan, 468 contro 462. E secondo il giornalista del New York Times Nicholas Kristof, “per ogni soldato ammazzato sul campo di battaglia quest’anno, circa 25 veterani stanno cercando la morte con le proprie mani”. (Continua dopo la foto)

fotodentro

Dall’inizio della missione a Baghdad, nel 2003, il tasso dei suicidi nelle forze armate americane è continuato a salire, secondo un recente studio del Comando per la Salute dell’esercito Usa che ha rilevato un incremento dell’80% dei suicidi nel personale in divisa tra il 2004 e il 2008. In parallelo sono cresciuti anche i tassi di depressione, ansietà e altre malattie mentali. Per Kristof “un soldato americano muore ogni giorno e mezzo, in Irak o in Afghanistan, e i veterani si suicidano ad un tasso di uno ogni 80 minuti. Ci sono ogni anno circa 6500 veterani che si tolgono la vita, e sono più del numero totale di militari uccisi mentre erano in missione in Iraq o in Afghanistan fin dall’inizio delle due guerre”. (Continua dopo le foto)

fotodentrodue fotodentro1Un rapporto stilato dal Maggiore Bryan Battaglia, per conto del Pentagono, sostiene che dal 2005 al 2010 i militari in servizio si sono ammazzati ad un tasso di uno ogni 36 ore. Ma nella ricerca si legge anche che “mentre soltanto l’1% degli americani hanno servito durante gli anni delle guerre a Baghdad e Kabul, gli ex militari rappresentano il 20% di tutti i suicidi negli Stati Uniti. Il Dipartimento della Difesa stima che 18 veterani ogni giorno si tolgano la vita”. Aver vestito la divisa, secondo i ricercatori, raddoppia all’incirca il rischio di suicidio. “E per i giovani da 17 a 24 anni l’essere un veterano quadruplica il rischio di ammazzarsi”.