giorgia_giorgio_pixel-593x443
Notizie

Neonato abbandonato: “Più di 8mila coppie vogliono adottare Giorgio”

La vicenda del piccolo Giorgio, il neonato abbandonato, trovato in un borsone sportivo nei pressi del cimitero di Rosolina e poi salvato nei giorni scorsi dai medici del reparto di pediatria dell’ospedale di Rovigo ha commosso tutta Italia. Il piccolo ora sta bene e si nutre regolarmente, ma continuano le indagini per rintracciare la donna che prima lo ha dato alla luce e poi, dopo pochi minuti, lo ha abbandonato, ancora sporco di sangue e placenta, vicino al camposanto. (Continua dopo la foto)

giorgia_giorgio_pixel-593x443

Il sindaco di Rosolina, Franco Vitale, aveva fatto un appello alla mamma di Giorgio (chiamato così in onore dell’infermiera Giorgia): “Abbi coraggio e fatti avanti, Non ti giudicherò. E ti prometto che ci sarò io a tutelarti con la mia fascia tricolore davanti al giudice quando dovrai rispondere delle contestazioni penali”. Il primo cittadino aveva anche aggiunto che “è doveroso segnalare che Giorgio non ha bisogno di nulla, quindi non sono attualmente attive iniziative ufficiali di raccolta fondi o indumenti per il piccolo. Grazie ancora a tutti per la solidarietà dimostrata”. (Continua dopo la foto)

anna-tarabini-giorgia-cavallaro-e-marco-marangon-2

Perché la macchina della solidarietà si è subito messa in moto e all’ospedale sono state recapitate decine di buste piene di giocattoli e vestitini. “Giorgio ha gli abiti di ricambio assicurati per settimane”, ha detto il direttore generale dell’Usl 5 Polesana, Antonio Compostella, riporta Il Corriere della Sera. (Continua dopo la foto)

GN4_DAT_4604139.jpg--mamme_raccolgono_tutine_per_giorgio

Inoltre, ci sarebbero 8.600 coppie che da tutta Italia hanno presentato domanda di adozione e che potrebbero dunque diventare presto genitori del bambino. La decisione finale spetterà però al giudice dei minori, sotto la cui tutela si trova già il bimbo. Ma se ci saranno intoppi, è probabile che il piccolo Giorgio potrà trovare una nuova famiglia entro il mese prossimo.