miranda
Storie di vita

Figlia offesa perchè omosessuale: ecco come risponde la madre!

miranda

Miranda DeLong è una giovane ragazza di 17 anni che qualche giorno fa, tornando a casa in compagnia di un amico trangender, ha avuto la brutta sorpresa di trovare scritto sulla porta del garage “I’m Gay”, sono gay. La vicenda potrebbe essere ascrivibile in una – purtroppo – lunga serie di atti offensivi nei confronti degli omosessuali, se non fosse che la mamma della ragazza, Erin Kennedy DeLong, sulle pagine del gruppo Stop-Homophobia.com ha deciso di rispondere.

Leggi anche: La figlia fa coming out, ecco la reazione della madre

Vista la scritta, infatti, Miranda era corsa a svegliare i genitori e la sorella. La rabbia delle giovani e dei genitori era elevata: “Le nostre bambine sono tutto per noi” – ha dichiarato la mamma – “Vedere che vengono ferite è peggio che essere feriti noi stessi“. I genitori erano da tempo a conoscenza che la figlia fosse bisessuale, perchè la ragazza si era aperta esplicitamente quando aveva raggiunto i 13 anni. “Aveva dei problemi a suola, non parlava. Mi sono confrontata con lei, le ho fatto delle domande e le ho spiegato che poteva amare chi voleva, l’impotante è che fosse felice”.

Detto ciò, la mamma ha deciso di trasformare la scritta, dal tono chiaramente offensivo, in una sorta di dichiarazione di amore, trasformandola in una enorme bandiera arcobaleno. “Abbiamo molti amici Lgbt, che spesso vengono a casa nostra, e vogliamo che si sentano accettati: è un modo per sostenere tutti” – ha rivelato ancora.

Leggi anche: Donne più sexy nei giorni fertili

Insomma, un atto offensivo trasformato in una sana dichiarazione di amore e di affetto universale. E, probabilmente, anche una lezione per chi ritiene che nel 2015 essere omosessuali debba essere ancora un atto da reprimere, o un comportamento da contrastare. Che ne pensate? Come avreste agito se vi foste trovati al posto della mamma della giovane Miranda?