Bambino

Ecco perché impedire ai minori di guardare troppa tv: c’è di mezzo la loro salute da adulti

 

Lo facciamo perché riteniamo che …troppe ore non vadano bene, c’è bisogno di stare un po’ all’aria aperta, anziché inebetirsi in solitudine di fronte alla tele. Ma da oggi, care mamme e papà, dovete impedire di andare oltre l’ora quotidiana.  Il perché lo spiega uno studio australiano condotto sui ragazzi.

(Continua dopo la foto)

ipad

L’abitudine a trascorrere molte ore a guardare i programmi preferiti porta i ragazzi ad avere un livello di massa ossea inferiore alla media negli anni più critici e importanti, quelli successivi all’adolescenza, con un fattore di rischio per il futuro sviluppo di osteoporosi e fratture degli arti. Se da piccoli sono stati troppe ore fermi, spesso nella stessa posizione, da adulti corrono un rischio maggiore di fratture e di patologie ossee, rispetto a chi ha “perso tempo” nei cortili dell’oratorio o sui campi da calcio o facendo qualche ora di sport al pomeriggio.

È quanto emerge dallo studio australiano guidato dall’Università di Perth e pubblicato online su Journal of Bone and Mineral Research. Gli studiosi hanno interpellato i genitori di 1.181 bambini e ragazzi australiani, chiedendo loro quanta tv guardassero i figli all’età di 5, 8, 10, 14, 17 e 20 anni.

L’inchiesta ha permesso di dividere il campione in diversi gruppi: uno che guardava poca televisione (meno di 14 ore a settimana) che costituiva il 20% del totale, un altro, che rappresentava invece il 40%, che ne guardava molta (14 ore o più) e infine l’ultimo (35%) che riuniva chi negli anni era passato da un basso a un alto livello di ore davanti allo schermo.

Considerando fattori come altezza, massa corporea, livello di vitamina D, abitudini come alcol e fumo, è emerso che coloro che avevano guardato costantemente molta televisione durante l’infanzia e l’adolescenza avevano anche un livello inferiore di minerali nelle ossa rispetto alla media.

Lo studio ha preso come campione i ragazzi e la tv per poter indagare fino ai 20enni. Venti anni fa non era ancora scoppiata la mania della tecnologia portatile. Ma non è che se togliete ai vostri figli la tv potete sostituirla con tablet, ipad, e consolle varie: è l’abitudine a stare troppe ore senza movimento, negli anni della crescita, a far male. Quindi armatevi di pazienza e di tanto coraggio per iniziare una battaglia contro la sedentarietà dei vostri figli. Non sarà facile, ma dobbiamo farcela.