donne italiane
Vita di coppia

Le donne italiane e il sesso: soddisfatte ma con qualche tabù

donne italiane

Il sito Alfemminle.com ha condotto un’interessante indagine sulle donne italiane in merito alla loro vita sessuale: come la vivono e se ne sono soddisfatte, che legami hanno, quali precauzioni usano. Su un campione di 1800 donne intervistate è emerso che il 61% ha un rapporto stabile, il 17% è sposata, il 15% sono donne single e il 7% ha rapporti occasionali ma non duraturi.

In generale, le donne intervistate si sono dichiarate soddisfatte della propria vita sessuale. Dall’indagine emerge che anche se in teoria le italiane si dimostrano aperte su determinati argomenti “scottanti” come il sesso a tre, locali dove si possono fare incontri e scambi di coppie, nella pratica persiste una reticenza di fronte a rapporti troppo spinti e aperti.

Sesso in età giovanile

Per la maggiorparte delle donne  la prima volta è stata fatta con un partner fisso e non occasionale (73%) mentre solo il 14% ha dichiarato di aver perso la propria verginità con un partner occasionale. Solo l’8% ha confessato di averlo fatto troppo presto e il 22% di averlo fatto con la persona sbagliata. Quindi, in generale, la maggiorparte delle donne dimostra di avere le idee abbastanza chiare in fatto di sesso se solo il il 22% ha dichiarato di averlo fatto con la persona sbagliata. Una donna quando decide di perdere la propria verginità, lo fa in modo molto consapevole per poi non pentirsene un domani.

Sesso in età adulta

Contrariamente a  quanto si potrebbe pensare, la metà e oltre delle intervistate dichiara di avere una vita sessuale soddisfacente. Una donna su due dichiara di fare sesso più volte durante la settimana ma solo il 6% ogni giorno. Una piccola percentuale di donne farebbe sesso solo una volta ogni due mesi se non addirittura poche volte l’anno.
Sesso contraccezione e malattie veneree

La pillola è il metodo anticoncezionale preferito da oltre il 90% delle intervistate. Molto meno usato il diaframma, la spirale o l’anello vaginale. Il preservativo viene più usato da quelle donne che non hanno un partenr fisso ma occasionale. Circa un quarto delle donne, almeno una volta nella vita ha fatto sesso non protetto e questo è abbastanza preoccupante se si considera il rischio di contrarre malattie veneree se non addirittura l’Aids. Il 23% delle donne, invece, prende precauzioni in ogni caso.

Vecchi tabù e modernità

Se il 60% delle donne sostiene che non c’è nulla di male a guardare un film porno o che la prostituzione dovrebbe essere legale, di fatto, nella pratica, non è così. Poche di loro possiedono un vibratore o utilizzano un sex toys (24%).

Il 20% avrebbe avuto un incontro di una sola notte, il 20% avrebbe tradito il proprio compagno e solo l’8% avrebbe fatto del sesso spinto o particolare.

Quasi assenti i rapporti a tre, le notti tra scambisti. Quindi, nell’insieme, resiste la tradizione del rapporto a due di lunga durata.

3 comments

  1. “non c’è nulla di male HA guardare un film porno” non si può veramente leggere in un articolo!!! Povero italiano…

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *