pasta2
Alimentazione

Demonizzato negli anni chi mangiava pasta: ora si scopre che ha uno stile alimentare migliore degli altri

 

Negli ultimi anni gli amanti della pasta si sono sentiti in colpa: tutti zuccheri che si trasformano in rotolini di ciccia: meglio un petto di pollo, carne e uova, con verdurine grigliate. Eppure oggi emerge che portare la pasta a tavola regolarmente riflette una maggiore attenzione alla alimentazione sana.  Una indagine condotta dalla Nutritional Strategies, Inc. per conto della associazione americana dei produttori di pasta (National Pasta Association) svela che, in generale, coloro che mangiano regolarmente la pasta tendono complessivamente ad avere una dieta più sana. Perché?

(Continua dopo la foto)

pasta
Lo studio è stato presentato al meeting annuale della Obesity Society tenutosi di recente a New Orleans. Gli esperti hanno raccolto informazioni sul consumo di pasta di un grande campione di individui ed hanno confrontato i dati raccolti con quelli sul quanto è sana e aderente alle più recenti linee guida nutrizionali americane l’alimentazione di ciascun volontario. Per effettuare questa misura gli esperti hanno usato un indice ad hoc chiamato USDA’s Healthy Eating Index-2010.

bimbo-pasta

Pasta Penne with Bolognese Sauce, Basil and Parmesan
E’ emerso che coloro che risultavano avere una dieta sana e in linea con le correnti linee guida erano soprattutto quelli che consumavano pasta abitualmente. In particolare questi ultimi tendono ad assumere di più quei nutrienti critici che sono carenti nell’alimentazione di quasi tutte le persone (folato, magnesio, fibre, ferro), ad assumere più vitamine e minerali e a consumare meno zuccheri aggiunti, grassi saturi. Chi mangia pasta, anche tra i bambini, spesso aggiunge solo frutta, è più sazio, ha meno voglia di dolci e zuccheri e merendine. Risultato: una linea migliore, la salute migliore.