daniele-liotti-un-passo-dal-cielo-e1487343681891-740x350
Gossip

Mai visto il figlio Daniele Liotti? Francesco, 20 anni, ha seguito le orme di papà

Avete presente Daniele Liotti? L’attore di Squadra Mobile e Un passo dal cielo, amatissimo dal pubblico femminile, ha un figlio che sta seguendo le sue orme. Forse qualcuno ne avrà già sentito parlare dal momento che è uno dei ragazzi protagonisti della fortunata fiction in onda su Raiuno ‘La compagnia del cigno’. Si chiama Francesco, ha 20 anni ed è davvero un bellissimo ragazzo. No, buon sangue non mente. È nato quando papà Daniele aveva 27 anni dalla relazione, naufragata quando il figlio aveva 3 anni, con una donna di nome Arianna. Ha deciso di intraprendere la carriera del padre, Francesco. Ha infatti studiato al Centro studi Acting di Roma ed è seguito dalla stessa agenzia di Liotti senior, Officine Artistiche. (Continua dopo la foto)

daniele-liotti-un-passo-dal-cielo-e1487343681891-740x350

Ne ‘La compagnia del cigno’ Francesco Liotti interpreta Gigi e oltre a recitare è un grande appassionato di musica: suona la chitarra e scrive canzoni. Ed è stato proprio grazie a uno dei suo brani che è riuscito ad ottenere la parte di Gigi. Nonostante l’età, Liotti Junior non è presente sui social network, è single e vive con la madre a Roma. (Continua dopo la foto)

fran6a

Francesco è stato di recente intervistato dal settimanale Di Più a cui ha raccontato come ha vissuto la separazione dei genitori: “Avevo il cuore spezzato – ha detto – La mancanza di mio padre mi ha fatto molto soffrire e ha sicuramente influito sul mio carattere. Fino alle elementari sono stato un bambino piuttosto difficile, fin troppo vivace. Non avevo mai voglia di studiare, ero iperattivo e per sfogarmi facevo qualsiasi tipo di sport. Ho cominciato a tranquillizzarmi solo verso gli otto anni”. (Continua dopo le foto)

fran8

1548851310_francesco_liotti

Francesco ha però sottolineato che il padre è stato comunque sempre presente nella sua vita: “Ha cercato di starmi il più possibile vicino”, ha detto sempre alla rivista. E riguardo alla sua carriera d’attore, non lo ha ostacolato: “Mi ha solo detto che non dovevo improvvisare ma studiare”.