bambini amicizia
Domande e risposte

Come si spiegano ai bambini le differenze etniche?

art 6 immagine 1

Non dimentichiamoci che i problemi etnici che coinvolgono la società moderna interessano anche i bambini, creature innocenti che meritano di essere educate nel modo migliore per conoscere le diverse realtà che popolano il mondo. Introdurre la questione della multiculturalità può davvero essere difficile, anche alla luce di domande particolari e di comportamenti che i piccoli possono erroneamente assorbire dai loro compagni di asilo o di classe.

Per questo motivo, è importante fare immediata chiarezza sulla questione multiculturale e spiegare in modo chiaro e facile perché altri bambini presentano dei tratti somatici diversi dai loro, come il colore della pelle, la forma del viso e la tipologia di capelli. Forse non possiamo capire la difficoltà che una bambina bionda e con gli occhi azzurri può avere a contatto con una bambina dalla pelle nera oppure di etnia asiatica. Ovviamente i bambini trattano tutti allo stesso modo e non si pongono il problema dell’approccio, ma sono incuriositi dalla diversità e sicuramente chiederanno lumi in merito.

art 6 immagine 3

L’educazione alla multiculturalità è un argomento affrontato nelle scuole, ma anche in famiglia è possibile attuare un dialogo sulla questione in modo giusto e consapevole. In che modo? Affrontando l’argomento con libri tematici appositi, i quali spiegano la questione attraverso l’introduzione di figure, disegni e storie che stimolano la fantasia dei bambini. Molti libri e anche prodotti multimediali insegnano la multietnicità attraverso parallelismi con il mondo della natura e degli animali. Questo accade, per esempio, nel cartone animato dell’Ape Maia, dove la piccola ape si trova a fronteggiare amici dalla natura diversa, quali calabroni, insetti e chi più ne ha più ne metta. Guardare un cartone animato di questa tipologia può aiutare ad introdurre l’argomento relativo alla multiculturalità in modo più semplice e di immediata comprensione per i bambini.

E’ fondamentale che le differenze etniche vengano lette dal bambino come un valore aggiunto e mai come un potenziale pericolo. Ovviamente il piccolo verrà a contatto con situazioni spiacevoli, ma spiegare che non ci devono essere conflitti di sorta con i bambini di etnia diversa si propone come un passo di grande civiltà e come un tassello verso la costruzione di un mondo migliore. Al contempo, il piccolo deve capire il perché di alcune differenze, legate alle abitudini alimentari e alla religione. Comprendere in modo leggero che queste differenze sono normali e devono essere accettate in quanto tali, aiuta il bambino a sviluppare un’accettazione diffusa verso tutti i compagni e a sentirsi tranquillo, in quanto ciò che accade si presenta assolutamente normale.

art 6 immagine 2

Al contempo, la multiculturalità può essere spiegata attraverso la visione di film per bambini che si propongono di affrontare il tema in modo leggero ed educativo. Questi film introducono l’argomento, il quale merita di essere successivamente sviluppato all’interno della famiglia. Impiegare un supporto intelligente aiuta inoltre i genitori in modo importante, in quanto introdurre l’argomento senza supporti potrebbe presentarsi problematico. Film, libri e cartoni animati rappresentano quindi il punto di partenza, a cui deve seguire un buon dialogo, semplice ed efficace. I bambini non avranno problemi a comprendere ciò che i genitori stanno spiegando, quindi a comportarsi in modo positivo con i compagni e con i bambini che presentano un’etnia diversa dalla loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *