incinta
Concepimento

Come rimanere incinta subito: alcuni consigli!

incinta

Se state cercando di avere un bambino da diverso tempo senza successo non abbandonate la speranza di diventare mamme. Cercate piuttosto di capire meglio i meccanismi che portano al concepimento per massimizzare le possibilità di iniziare una gravidanza.

Come funziona l’apparato riproduttore femminile.

L’apparato riproduttore femminile è formato da:

  1. Vulva: è la parte più esterna ed è formata dalle piccole labbra e dalle grandi labbra;

  2. Vagina: è un condotto cilindrico interno che subisce il passaggio del bambino in uscita durante il parto e l’ingresso del pene durante un rapporto sessuale;

  3. Utero: è l’organo che ospita l’annidamento dell’embrione ed è a sua volta composto dal “corpo dell’utero, la parte centrale, dal “fondo dell’utero e dalla “cervice”, che prosegue nella sottostante vagina. L’utero è rivestito all’interno da una mucosa chiamata “endometrio”.

  4. Tube di Falloppio: dette anche Salpingi, sono gli organi (simmetrici) a forma di tubicino che collegano le ovaie alla cavità uterina;

  5. Ovaie: sono due organi posti ai lati dell’utero, importanti perché producono gli ovociti.

Il ciclo mestruale della donna ci segnala la fertilità dell’individuo in questione. Il ciclo dura, di norma, circa 28 giorni e si presenta una volta al mese. L’inizio del ciclo viene manifestato dalla presenza di perdite ematiche che dura circa 4-5 giorni.

gravidanza miracolosa

La fase follicolare. La prima fase del ciclo femminile è detta follicolare e dura circa 14 giorni, cioè dal giorno della prima mestruazione al giorno di ovulazione. In questa fase l’endometrio, mucosa che riveste l’utero e che accoglierà l’embrione in caso di fecondazione, inizia a crescere e a vascolarizzarsi. Allo stesso modo un follicolo crescerà ed arriverà a maturazione per poi rilasciare un ovulo maturo. A questo punto, attorno al 14esimo giorno di ciclo, avviene la cosiddetta ovulazione.

La fase luteale (o luteinica). A partire dall’ovulazione si entra nella seconda fase del ciclo femminile, detta luteale (o luteinica). Durante l’ovulazione si verifica un picco di ormone LH. Nello stesso periodo il muco cervicale si fluidifica per facilitare la risalita degli spermatozoi. Se dopo circa 10 giorni dall’ovulazione l’embrione non si annida nell’utero, il corpo luteo smette di produrre ormoni e, dopo qualche giorno ancora, l’endometrio si sfalda e viene espulso tramite una nuova mestruazione. Al contrario, se la fecondazione avviene e l’embrione si annida, viene prodotto l’ormone beta HCG che mantiene in vita il corpo luteo e prepara il corpo della donna ad accogliere il bambino.

Come massimizzare le possibilità di concepimento.

rimanere-incinta

Per cercare di restare incinte subito, il metodo più efficace è il calcolo della data di ovulazione con il fine di avere rapporti sessuali mirati nei giorni appena precedenti o immediatamente successivi. Questo arco di tempo è infatti quello in cui si verifica un picco nella fertilità femminile.

Per capire quando avverrà l’ovulazione (in media attorno al 14esimo giorno di ciclo) si possono osservare i cambiamenti fisiologici che la donna vive, come la fluidificazione e l’aumento del muco cervicale, la presenza di tensione e dolore al seno, l’aumento del desiderio sessuale, oppure ricorrere all’impiego degli stick ovulatori, dei test fai-da-te che consentono di calcolare con precisione il periodo fertile femminile.

Un altro buon metodo per facilitare il concepimento è preparare il corpo della donna alla futura gravidanza. E’ bene evitare di bere e di fumare oltre a seguire una dieta equilibrata, ricca di nutrienti e di vitamine. Le proteine sono fondamentali per favorire il concepimento. Assolutamente da evitare, invece, i cibi grassi e poco salutari.

La donna deve prendersi cura di sé stessa e non vivere i tentativi di avere un bambino come un dovere o un incubo. E’ importante che il partner sia di supporto e che condivida con voi gioie e dolori di questo cammino verso la ricerca di una gravidanza.

Combattete la sindrome premestruale (che oltre ad avere effetti negativi sull’umore influenza anche la fertilità della donna) dedicando tempo a voi stesse, passando qualche ora ogni giorno all’aria aperta, facendo sport, e così via.

Andate da un ginecologo o da un medico di fiducia, che saprà guidarvi e consigliarvi senza generare preoccupazioni o frustrazione. E’, inoltre, importante conoscere e monitorare il proprio stato di salute, per verificare la presenza di piccole infezioni o patologie non diagnosticate che possono causare infertilità temporanea o permanente.

Anche il vostro compagno dovrebbe sottoporsi ad una scrupolosa visita andrologica. Essere in salute è il passo fondamentale per riuscire nell’intento di mettere al mondo un bambino. Anche una malattia veneree sopita o mai diagnosticata può impedire a uno dei due partner di concepire un figlio.

Un ultimo consiglio è quello di non stressarvi troppo e di non fare della mancata gravidanza una fissazione o un motivo di depressione ed ansia. Essere rilassate e positive aiuterà voi ed il vostro partner a mettere finalmente al mondo il pargoletto tanto atteso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *