balbuzie del bambino
Bambino

Come gestire la balbuzie del bambino

balbuzie del bambino

La balbuzie, a parte le pause e il prolungamento nell’emissione della parola, include anche comportamenti di occultamento, come ansia, paura, vergogna, senso di colpa, evasione, isolamento. La balbuzie ha una forte componente genetica, ma anche i fattori ambientali sono coinvolti. Esiste una correlazione tra la severità della balbuzie e l’attività nei gangli basali.

Le famiglie svolgono un ruolo importante nella gestione della balbuzie nei bambini. Fornire un ambiente che incoraggi la parlata lenta, offrendo al bambino il tempo di parlare, la modellazione rallentata e rilassata del discorso possono aiutare a ridurre gli eventi “balbuzie”.

Ecco un elenco di suggerimenti pratici per aiutare i genitori e le persone che li assistono a gestire la balbuzie di un bambino.

  1. Aiutate il bambino in ogni modo possibile a sentirsi una persona normale e adeguata.
  2. Siate pronti ad apportare le necessarie modifiche all’ambiente per facilitare la comunicazione verbale.
  3. Siate dei buoni ascoltatori.
  4. Guardate il vostro bambino quando sta parlando.
  5. Mostrate interesse in ciò che il vostro bambino sta dicendo e come lo sta dicendo.
  6. Non interrompete, criticando costantemente, fornendo le parole o completando ciò che il bambino sta per dire.
  7. Accettate una certa quantità di dis fluenza nel discorso del vostro bambino.
  8. Riducete lo stress comunicativo.

Tutti noi parliamo più facilmente in un ambiente calmo e raccolto.

Siate un modello del buon discorso, parlando lentamente e con calma e usando parole semplici e senza fretta. Solo in questo modo sarà possibile gestire meglio la balbuzie del bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *