clescop
Notizie

Che tragedia! Come ogni sera, lo mettono nel suo lettino dopo avergli dato il bacio della buonanotte. Al mattino, quando vanno per svegliarlo scoprono il dramma

 

Tragedia nella notte in un appartamento a Cles, in valle di Non, in provincia di Trento. Il piccolo era stato messo al letto dai genitori come ogni sera ma al mattino è stato ritrovato morto. Il bimbo di sei anni, secondo le prime informazioni, sarebbe deceduto per un arresto cardiaco circolatorio. Anche se la causa sembra naturale, sul posto sono intervenuti i carabinieri. Sono in corso gli accertamenti per ricostruire il quadro completo di quello che è successo. Il bimbo era figlio di una coppia di medici del posto e la mamma era una pediatra. La comunità è scioccata dalla tragedia. Sul posto sono arrivate le forze dell’ordine e sono in corso le indagini per ricostruire l’accaduto. Ma si tratta solo di un atto dovuto, infatti è già stato dato il nulla osta alla sepoltura. (Continua dopo la foto)

cles2
Un’altra tragedia in queste ore è avvenuta nelle Marche, a Porto San Giorgio, dove un bambino di due anni, è morto nella propria abitazione. A un primo esame, la causa della morte sarebbero delle complicanze in conseguenza dell’influenza. Ad allertare i soccorsi, ieri mattina poco dopo le 11, sono stati i genitori del piccolo, a seguito delle difficoltà respiratorie del bimbo. Sul posto è subito intervenuto il personale medico e sanitario del 118 e della Croce Azzurra di Porto San Giorgio, che ha prontamente allertato l’elisoccorso dall’ospedale pediatrico Salesi di Ancona. (Continua dopo le foto)

cles1 cles

Giunti sul luogo, però, i medici si sono resi conto che le condizioni del bambino erano disperate: il suo cuoricino non batteva già più. A nulla è valso ogni tentativo di rianimare il piccolo di cui è stato dichiarato il decesso. La salma è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale di Fermo. Solo a seguito degli accertamenti medico legali, potrà essere diagnostica la causa di morte.