papà-con-figlio-in-braccio
Vita di coppia

Cari neo papà, ecco cosa non dovete fare per suscitare fastidio in una neo mamma: un momento difficile per la coppia da cui dipenderà il vostro rapporto in futuro

 

Quando nasce un bambino, nascono contemporaneamente una mamma e un papà. Ma mentre siamo impegnate a prenderci cura del piccolo, in noi mamme scatta qualcosa nei confronti del partner: adulto, può fare da solo, noi invece siamo in prima linea nelle cure del piccolo. Ecco cosa dovrebbe sapere il nostro compagno perché sia di aiuto e non cominci a crearci fastidio nei suoi atteggiamenti verso il bimbo e verso noi, le donne che eravamo (e che speriamo di tornare ad essere, con tanto di punto vita, nel più breve tempo possibile). (Continua dopo la foto)

papa-in-sala-parto-1000-414

Una delle prime cose di cui si renderà conto il neo-papà è che verrà automaticamente “declassato” ad ultima ruota del carro: i suoi stessi genitori chiederanno di lui solo dopo essersi accertati di come sta il nuovo nipote, eventuali altri nipoti, la mamma, i con-suoceri, il cane, il gatto, il criceto del vicino. Non è facile da accettare ma la soluzione non è nemmeno sommarsi a  quelli che si prendono cura del bambino, l’ennesima mamma-tata-ostetrica-nonna-suocera: noi neo mamme non ne abbiamo bisogno, grazie. Gradiamo tuttavia il vostro tempo a disposizione, magari qualche pannolino da cambiare, se siamo impegnate tra pappe e tira-latte o se abbiamo bisogno di un po’ di riposo. Ma non sentitevi troppo coinvolti: il mammo non ci piace. Il primo dovere di un padre verso i suoi figli è amare noi madri. La coppia deve funzionare, anche con i figli che crescono: un accordo profondo, un’intima unione danno piacere e promuovono la crescita dei bambini, perché rappresentano una base sicura. Un papà può proteggere la mamma dandole in “cambio”, il tempo di riprendersi, di riposare e ritrovare un po’ di spazio per sé (continua dopo le foto).

padre-e-bambino

papa-e-figlia-cravatta

 

Leggere le storie – “Questa è una delle cose più importanti che potete fare per il vostro bambino. Leggergli una storia e farlo sognare stimolando la sua fantasia, il suo immaginario, insegnandogli che tutto si può affrontare. Leggendo o ancora meglio inventando delle storie per vostro figlio potrete insegnargli moltissime cose che non dimenticherà mai e soprattutto quando leggete per lui gli state dedicando tempo, state seduti o sdraiati vicini siete completamente dedicati a lui”. Dedica del tempo ai tuoi bambini. A loro non importa se hai appena avuto una grande promozione in azienda o se non possiedi la casa più costosa sul mercato. Quello che interessa loro è se hai o no tempo per essere a casa per cena, se li porti alla partita di baseball di domenica e se sarai disponibile per quella serata al cinema. Se vuoi essere un buon padre, allora devi riservare del tempo ogni giorno per i tuoi bambini.