Avete mai visto la nipote di Gigi D’Alessio? Già, perché il cantante ora 50enne è già nonno da un pezzo: la piccola si chiama Noemi, ha 10 anni ed è figlia di Claudio

 

Un cognome importante, un figlio d’arte palestrato, ricco e sempre attorniato da belle ragazze. Lui è Claudio D’Alessio, 22enne figlio del noto cantante Gigi D’Alessio, avuto dalla sua compagna precedente ad Anna Tatangelo. Claudio è il più noto e ha fatto molto discutere anche le rubriche di gossip. Claudio è il primogenito di Gigi D’Alessio, avuto dal matrimonio del cantante partenopeo con Carmela Barbato. Dal loro matrimonio, finito 10 anni fa, sono nati anche altri due eredi, Ilaria (25 anni) e Luca (14 anni). Gigi è papà pure di Andrea, venuto al mondo nel 2010, frutto dell’amore con la ex compagna Anna Tatangelo. Claudio è balzato agli onori della cronaca rosa per la sua relazione con Cristina Buccino e poi per la chiacchieratissima love-story con Nicole Minetti. Questa relazione è stata fortemente ostacolata dalla famiglia del ragazzo al punto da portare lui e il padre ad una rottura (del resto, Gigi conobbe Anna, quando lei era ancora una minorenne, aveva solo 16 anni). Il ragazzo insomma pare essere un rubacuori proprio come il padre. Ma pochi ricordano che ha anche una figlia: si chiama Noemi e ha 10 anni. E quindi sì, Gigi D’Alessio è nonno e nemmeno da poco tempo. (Continua dopo la foto)

noemidentrok“Il tempo scorre in fretta senza mai fermarsi – scriveva Claudio D’Alessio sempre sul social in occasione del compleanno della figlia Noemi – sembra ieri il giorno in cui un’infermiera ti mise tra le mie braccia dicendomi ‘complimenti Claudio, è una bellissima bambina, da oggi ti chiameremo papà’, uno scricciolo con due occhioni sbarrati che incrociava il mio sguardo tra le lacrime di gioia, un ricordo che nessun genitore potrà mai cancellare”. Claudio D’Alessio ha così festeggiato il compleanno della figlia, avuta quando aveva appena 19 anni dall’ormai ex fidanzata Francesca. (Continua dopo le foto)

noemidentro noemidentro1Claudio non ha seguito le orme del padre. “Amo l’imprenditoria. Subito dopo il diploma, a 19 anni, avevo già un marchio mio, che poi ho venduto. Ora ne ho un altro. Poi – ha raccontato al Mattino – sono appassionato di sport e attività fisica, ma soprattutto di wellness. Così, insieme ad alcuni amici iscritti alla facoltà di Farmacia, mi sono lanciato nell’esplorazione di una fetta di mercato poco frequentata: abbiamo messo a punto un Energy Gum, che sarebbe un chewingum con lo stesso principio attivo di un Energy Drink. Un prodotto pensato per gli sportivi”.