mangiare allatamento
Domande e risposte

Allattamento: ecco cosa mangiare e cosa evitare

mangiare allatamento

Acqua

Bevete molta acqua! Avrete bisogno di questo prezioso elemento per produrre latte a sufficienza senza disidratarvi. E non bevete acqua gassata, in quanto contiene spesso inutili quantità di sodio.

Cereali integrali

Dopo il parto e in particolare durante l’allattamento, è facile diventare un po’stitiche. Per aiutare il vostro intestino a ritrovare l’armonia, consumate acqua e prodotti integrali. Le verdure sono spesso ricche di fibre e molto buone da mangiare durante l’allattamento.

Frutta

Frutta e verdura contengono fibre, vitamine, acqua, e in alcuni casi, come le banane, abbastanza calorie per aiutare a sentirvi soddisfatti fino a quando non potrete mangiare del cibo più sostanzioso.

Cosa non mangiare durante l’allattamento

Cibi piccanti

Alcune mamme ritengono che i cibi piccanti possano causare coliche ai loro bambini. Altre non notano alcuna differenza. Comunque sia, è meglio evitare spezie e peperoncino e alcune erbe che possono influenzare la produzione di latte in modo negativo, e che possono anche essere dannose per il vostro bambino. Queste erbe non sono messe tanto negli alimenti, quanto piuttosto negli integratori, come il Ginseng, ad esempio.

Alimenti che causano coliche

Se il bambino tende a soffrire di coliche ed di mal di pancia, può essere saggio escludere gli alimenti che sono noti per il loro potere di aumentare i gas intestinali. Tali alimenti sono i germogli dei broccoli, il cavolo e i cavoletti di brussel.

Pesce

Mentre il pesce in generale è una grande fonte di acidi grassi quali gli omega 3 (alcuni studi hanno dimostrato che essi hanno un effetto positivo sul QI del bambino), alcuni tipi di pesce sono ad alto contenuto di mercurio.

Caffeina

Se siete a casa con il vostro bambino e siete stanche, la tentazione di bere una tazza di caffè sarà molto forte. Ma è davvero sicura? Ebbene, secondo la American Academy of Pediatrics, un po’ di caffeina non è tale da incidere negativamente sul vostro bambino … ma è sempre bene evitarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *