togliere-pannolino
Bambino

Allarme pannolino asciutto: cosa fare se neonati e bambini non fanno pipì

 

Se sono grandicelli, fare la pipì è una perdita di tempo e allora chiedi loro se devono andare in bagno e …invece no…non devono fare pipì. E magari non sono andati dalla mattina: trattengono si distraggono e non la fanno. Diverso se a non fare la pipì sono i neonati e trovate il pannolino asciutto dopo la poppata. I reni dei bambini appena nati, non consentono di espellere le urine con una certa facilità; infatti, i neonati le eliminano subito dopo aver assunto il latte materno o artificiale, diluito alcune volte con dell’acqua. Per questo motivo, nei primi mesi di vita, il loro cibo deve essere esclusivamente liquido, in modo da permettere ai reni di superare la cosiddetta fase di “rodaggio”. Crescendo, il bambino riesce a trattenere la pipì anche per molto tempo, perché sta giocando o è applicato a guardare la televisione. Quando però, il periodo tra una pipì e l’altra si allunga per molte ore, bisogna incominciare a indagare sulle probabili cause.(Continua dopo la foto)

pannolino

Per i più grandicelli: cause e rimedi La prima causa della diminuzione della quantità di urina, dipende dal fatto che i bambini bevono poco e magari nel periodo estivo sudano molto, quindi in questo caso, basterà farli bere di più non solo l’acqua (che non amano molto) ma dei succhi di frutta, del latte o delle spremute di agrumi. Per un bambino piccolo il rischio di avere un’infezione urinaria è abbastanza elevata e frequente, circa il 3 % delle femminucce e l’1% dei maschietti presentano un’infezione entro i 10 anni di età, ma la maggior parte di queste infezioni si manifestano nei primi 3 anni di vita. Responsabili di queste infezioni sono i batteri che entrano nell’apparato urinario dall’esterno, dall’uretra. (Continua a leggere dopo la foto)

cosa-fare-quando-il-bambino-non-fa-la-pipi-i-consigli-della-pediatra-1007082285[5065]x[3372]360x240

Durante il tentativo dei genitori di toglierli il pannolino può anche capitare che il bambino si rifiuti di fare la pipì, ma in questo caso non c’è da preoccuparsi. Se continua invece a trattenerla, bisogna provare prima con il metodo classico, ossia aprire il rubinetto dell’acqua per fargli venire lo stimolo, e di conseguenza avere molta pazienza. Se tutto questo non funziona, allora bisogna rimettere il pannolino al bambino e riprovare a toglierlo dopo alcuni giorni, quando lui si sentirà pronto.

Se è un neonato che non fa pipì Se la mancata minzione è lunga una intera notte si sospetta una disidratazione, l’urina scarsa o addirittura assente, il pannolino resta asciutto, similmente quando i bimbi più grandi non fanno pipì anche per più di 8 ore. Questo si manifesta per carenza di introduzione di liquidi, per eccessiva sudorazione, per il caldo, perché il bimbo vive in un ambiente caldo. L’assenza prolungata di urina può significare disidratazione anche grave. In caso di mancanza di idratazione, l’urina presente sarà molto più scura della norma.

dermatite