bimbocop
Guide e Consigli

Sempre più bimbi nascono prima del termine, l’allarme degli esperti: tutti i numeri che destano preoccupazione. E, soprattutto, le soluzioni possibili

 

Nel 2012 il 7,2% dei neonati (534.186) era venuto alla luce prima del termine (quasi 39mila prima della 37esima settimana) e l’1% aveva un peso inferiore a un chilo e mezzo (dal Rapporto Cedap Certificato di assistenza al parto). Il 98,2% dei nati prematuri non ha problemi né complicazioni e grazie alle cure ricevute nelle Terapie Intensive Neonatali viene dimesso in buona salute. Secondo l’ultimo rapporto Cedap solo il 2,4 % delle morti neonatali – quindi un numero molto basso – deriva dall’essere nato prematuro. Il parto pretermine, o parto prematuro, è un parto il cui travaglio ha luogo tra la 20esima e la 37esima settimana di gestazione, considerato che la durata della maggior parte delle gravidanze è di circa 40 settimane. Un neonato nato tra la 37esima e la 42esima settimana è considerato invece a termine. Essendo causa di morti e malattie neonatali a lunga prognosi, tutte le gestanti dovrebbero quindi informarsi su quest’argomento per sapere quando può avvenire e che cosa si può fare per prevenirlo. Negli Stati Uniti il parto pretermine si verifica nel 12 per cento circa delle gravidanze, spesso per motivi sconosciuti; in Italia le ultime statistiche parlano di 30-35mila nascite, di cui circa 5.000-6.000 che avvengono prima della 26esima settimana. Come detto, se il parto avviene tra la ventesima e la trentasettesima settimana è considerato prematuro e i bambini prematuri rischiano di avere problemi di salute. (Continua dopo la foto)

bimboLa nascita prima del termine è la causa più comune di morte infantile e di disabilità a lungo termine nei bambini: molti organi, compresi cervello, polmoni e fegato sono ancora in via di sviluppo nelle ultime settimane di gravidanza e quindi quanto prima avviene il parto maggiore è il rischio di invalidità gravi o mortali. Esiste anche il rischio di avere problemi una volta cresciuti, ad esempio con ritardi nello sviluppo e problemi nell’apprendimento. Gli effetti della nascita prematura possono essere davvero devastanti e durare per tutta la vita, anche se fortunatamente si verificano talvolta delle eccezioni. (Continua dopo le foto)

new born baby feetbimbo1Limitati purtroppo gli approcci terapeutici per intervenire e prevenire il parto prematuro. L’unico farmaco che abbiamo a disposizione è il progesterone, il cui nome deriva proprio dal fatto che è un ormone fondamentale in grado di supportare la gravidanza durante tutti i 9 mesi. Sono poi presi in considerazione medicinali in grado di ridurre o bloccare le contrazioni uterine e farmaci per favorire lo sviluppo del feto. C’è poi la chirurgia: una procedura chiamata cerchiaggio può essere presa in considerazione in caso di problemi legati alla cervice (incompetenza cervicale), con l’obiettivo di chiudere l’apertura. Vista la delicatezza del problema, di raccomanda di fare sempre riferimento al ginecologo per una valutazione della propria situazione.