“Sembrano sorelle!”. Avete mai visto Valerie Morris? È la madre di Naomi Campbell, ha 66 anni, un fisico statuario e una pelle vellutata da far invidia a una 20enne

 

Ma che spettacolo! Sono arrivate insieme sul red carpet dei Fashion Awards 2017 di Londra e tutti gli occhi sono stati per loro. Valerie Morris e Naomi Campbell, madre e figlia, insieme sono una delizia. Elegantissime, entrambe vestite di nero, con i lunghi capelli sciolti e un trucco impeccabile sembravano più che altro sorelle. Valerie, 66 anni e un fisico statuario, un completo giacca e pantaloni, mentre la “Pantera nera”, 47 anni, era in abito lungo con cinturino in vita. Inutile dire che sulla “strana” coppia erano puntati tutti i flash dei tanti fotografi presenti. La notizia non è solo la loro bellezza intramontabile: non capita spesso di vederle apparire insieme, ma quando lo fanno sono uno spettacolo difficile da dimenticare. Più che madre e figlia, molti dei presenti hanno sottolineato come sembrassero sorelle. Elegante, nel suo completo nero, con tanto di preziosa collana a forma di serpente al collo, la signora Valerie ha messo in luce una silhouette e una pelle del viso vellutata da fare invidia a molte vip presenti all’evento e molto più giovani di lei. La bellezza, insomma, questione di genetica: ecco perché la figlia, sempre più vicina ai 50 anni, è sempre al top. (Continua dopo la foto)

naomidentroLa supermodel 47enne, che nel 1999 è entrata in riabilitazione per la dipendenza dall’alcol e dalla cocaina ed è anche stata condannata per violenza ben quattro volte, ha imparato dagli errori fatti in passato, ma ha ammesso poco tempo fa che ci sono state persone che hanno provato a guadagnare dai suoi comportamenti, senza però riuscirci. «Ho provato ad andare avanti dopo aver imparato la lezione. Ma in alcune occasioni le persone provano ad usare il tuo passato per ricattarti e trarne beneficio. È una cosa che non permetto», ha detto. (Continua dopo le foto)

naomidentro2naomidentro2l quotidiano ‘The Guardian’ ha dichiarato: «Sono grata per la via che ha preso il mio percorso. Sono molto spirituale, credo in Dio, e lo ringrazio ogni giorno per avermi benedetto perché so di essere benedetta». Inoltre Naomi pensa di essere continuamente in connessione spirituale con lo scomparso Nelson Mandela, che lei chiama ‘nonno’. «Non è qui fisicamente, ma c’è lo stesso, io lo sento. Quando ero più giovane non capivo bene quello che mi diceva, ma ora ho capito. Provo a prestare la mia voce per quelli che non possono usare la loro», ha concluso.