moniacop
Primo Piano

“Mi scoppia la testa”. Monia, incinta al quinto mese, vomita e poi muore. Non ce l’ha fatta nemmeno il piccolo

 

«Mi sento la testa scoppiare». Sembrava un malore come tanti e invece ha cancellato in pochi minuti due vite. Un aneurisma cerebrale, senza preavviso, se l’è portata via, nel fiore della vita, e con lei il piccolo Edoardo che portava in grembo, nonostante i tentativi dei medici di salvare almeno il bimbo. Come riportano i quotidiani locali, è morta così la giovane Monia Benato, 31enne originaria di Maerne, ma residente a Venezia. Abitava a Sant’Elena con il compagno, in quella stessa casa dove sarebbe dovuto vivere anche il figlio dei due, nel grembo della madre da 5 mesi. Una tragedia improvvisa, che non si poteva minimamente immaginare. Il dramma alle 3 di notte nella casa di Sant’Elena dove risiedeva. «D’un tratto si è svegliata con conati di vomito», racconta in lacrime Jacopo, veneziano e gondoliere: una situazione normale, per chi, come lei, era in stato interessante, al quinto mese. È successo la scorsa settimana: Monia stava parlando con il fidanzato, del più e del meno come si è soliti fare dopo una giornata di lavoro, raccontandosi le rispettive giornate. Improvvisamente ha cominciato ad avvertire un forte dolore alla testa, poi il vomito e la perdita dei sensi. Il compagno non si è perso d’animo, ha subito chiamato il padre e il 118: il primo si è occupato di rianimarla, fino a che non ha ripreso i sensi. I sanitari del 118, invece, dopo aver intuito la gravità della situazione l’hanno trasportata immediatamente all’ospedale di Venezia. (Continua dopo la foto)

moniadentro1La giovane è stata quindi trasferita prima all’Angelo di Mestre, poi a Padova. Ma i tentativi di salvare lei e il figlio che portava in grembo sono stati, purtroppo, vani. I medici hanno provato a fare di tutto per il feto, ma i rischi erano troppo elevati. Mercoledì sono state quindi staccate le macchine, in accordo con il Comitato etico di Padova. I funerali della 31enne, solare e grande lavoratrice, si terranno sabato alle 11, nella chiesa di Maerne.

(Continua dopo le foto)

moniafb

moniafb2Ora tutta la cittadina, dov’era sempre vissuta fino a un anno fa, e la sua amata Venezia, dove ha sempre lavorato come commessa e dov’era andata a convivere da poco con il compagno Jacopo Collavini, sono scosse dal crudele destino toccato a soli 31 anni a Monia Benato.