allisoncop
Storie di vita

“Mamma, zitta tu che sei grassa!”. La sgrida e la figlia si “vendica” con queste parole. Ma la 30enne non se la prende affatto, anzi: alla piccola, con calma, offre una spiegazione che tutti dovrebbero leggere

 

“Oggi mia figlia mi ha chiamata grassa. Si era innervosita perché l’avevo fatta uscire dall’acqua ed è andata a dire al fratellino che la mamma è grassa”: inizia così il racconto di Allison. Questa mamma di una bimba americana, che nella vita fa la scrittrice e la motivatrice, (ha un sito internet ed è molto seguita su Instagram), racconta un episodio che dimostra chiaramente quanto i bambini, essendo privi di filtri, riescano spesso ad essere alquanto pungenti nelle loro prese di posizione ed espressioni. Ma Allison Kimmey, la mamma di una bambina americana, ha reagito alle parole della figlia che l’aveva chiamata “grassa” in maniera esemplare. La sua è una lezione per tutte le mamme ma non solo: l’importante in questi casi è rispondere loro nel giusto modo, per evitare sia di spegnere la loro naturalezza, sia di dare loro modelli negativi, specialmente quando si parla di peso corporeo. Insomma, questa mamma non si è per niente offesa, anzi mantenendo calma e lucidità ha preso la figlia per darle con parole semplici una splendida lezione di vita. (Continua dopo la foto)

allisonfb3

Ecco le sue parole: “Io non sono grassa. Nessuno lo è, non è qualcosa che si può essere. Però ho del grasso, tutti lo abbiamo. Serve a proteggere i nostri muscoli e le nostre ossa, oltre a fornirci l’energia necessaria per andare avanti”. La reazione della figlia? Ha capito subito la lezione, mentre il fratellino continuava a sostenere di non avere ciccia, ma solo muscoli. “Ogni singola persona ha del grasso, ma in quantità diverse” ha continuato allora Allison. “C’è chi ne ha molto e chi poco, ma questo non vuol dire che una persona è meglio dell’altra”. (Continua dopo le foto)

allisondentro1 allisondentro

Di questa storia la 30enne della Florida ha fatto un posto dove, rivolgendosi ai suoi follower, spiega: Se avessi fatto vergognare i miei bambini per avermi chiamato grassa, avrei perpetrato il pregiudizio secondo cui essere grassi è qualcosa di brutto” ha scritto Allison, specificando come in casa sua la parola “grasso” non è un tabù. Insomma, non c’è solo Michelle Hunziker ad innalzare un inno alla “ciccetta” postando una sua foto in cui allatta su Instagram, così da spingere le mamme a non vergognarsi di qualche chilo di troppo. La battaglia contro gli stereotipi la conducono anche donne non vip, come Allison. I seguaci della donna della Florida hanno apprezzato il suo insegnamento, accordandole oltre 35mila.