cop
Famiglia

“Lo faccio per i miei figli!”. Alessia Marcuzzi, cuore di mamma: la conduttrice dopo l’Isola dei famosi, ha ricevuto l’offerta ma ha detto no. Ecco perché

 

“Tutto sotto controllo” scriveva su Instagram Alessia Marcuzzi come didascalia a una foto che vedeva il figlio Tommaso Inzaghi su un letto d’ospedale abbracciato alla sorellina Mia. Il figlio era ricoverato a causa di una polmonite, come ha spiegato la stessa Alessia rispondendo ad alcuni follower, ma per fortuna è in via di guarigione. Purtroppo, però, il 17enne (osservato speciale da parte della mamma attraverso una app che le consente di geolocalizzare il giovane) non ha potuto prendere parte al matrimonio di papà Simone con Gaia Lucariello. Un’assenza che deve essere pesata a tutta la famiglia, ma a cui la conduttrice de L’Isola dei famosi ha cercato di rimediare con l’aiuto della tecnologia: “Gli ho fatto un FaceTime” rivela sempre suo social la Marcuzzi. E ora, dopo L’Isola dei Famosi, ha annunciato la sua intenzione di prendersi una pausa dalla televisione per dedicarsi ai figli. (Continua dopo la foto)

cop

Come detto il maggiore, Tommaso, è reduce da una polmonite. Per questo motivo la presentatrice ha rifiutato la proposta di condurre lo spettacolo sui Mondiali di calcio previsto su Canale 5. Il programma sarà condotto al suo posto da Nicola Savino, Ilary Blasi e Belen Rodriguez. (Continua dopo le foto)

fbog dentro1 dentro

Secondo quanto riporta Notizie.it Alessia Marcuzzi ha dichiarato che, “da mamma“, non se l’è sentita di lasciare i figli a casa da soli per un nuovo impegno televisivo. I padri dei ragazzi, tra cui c’è anche Mia, di quasi 8 anni, nata dalla relazione con il conduttore Francesco Facchinetti, svolgono professioni che li tengono spesso lontani, perciò la piccola sarebbe rimasta sola. Alessia ha preso la decisione di non condurre il programma sui Mondiali con il cuore e molta fatica (queste le parole della stessa conduttrice). Peraltro c’è Tommaso (Tommy) in convalescenza dalla malattia, perciò sua madre avrebbe comunque dovuto rinunciare a quel lavoro.