timpericop
Notizie

Guai per Tiberio Timperi. Il conduttore è stato condannato: ad accusarlo proprio lei, l’ex moglie con cui il matrimonio è durato appena un anno. I due hanno avuto anche un figlio

 

Tiberio Timperi, giornalista e conduttore televisivo di Uno mattina in famiglia, è al centro di un fatto poco piacevole (anche a livello di immagine). Nel 2005 ha divorziato dalla sua ex moglie, con cui per altro è stato sposato solo un anno, e da cui ha avuto un figlio, Daniele. Il conduttore, nel 2010, durante un’intervista ha raccontato il suo dolore per non riuscire a vedere il figlio, affidato alla madre. In una lettera-confessione, infatti, ha scritto di come una volta è stato costretto a chiamare i carabinieri per passare del tempo con il ragazzo. Nel corso di altre interviste aveva dichiarato che la ex moglie gli impediva di vedere il figlio, “ostacolando” il loro rapporto e aveva raccontato una condizione di “padre negato”. Nello specifico, Timperi ha preso la decisione di raccontare al settimanale Panorama, precisamente il 10 settembre 2010, alcuni degli episodi che negli anni si sono verificati e che troppo a lungo sono stati taciuti, dichiarando come molti padri siano, da sempre, vittime di soprusi da parte delle ex mogli che per vendicarsi non permettono di vedere i propri figli. (Continua dopo la foto)

timperidentroNel corso di un’intervista ha spiegato: ” Noi padri separati chiediamo giustizia. Sono un bravo papà, mi hanno trattato come fossi un criminale. La mia colpa? Quella di essere un affidatario di seconda, in un paese matriarcale dove la legge continua a essere più uguale per le mamme. Io non posso vedere liberamente mio figlio, nonostante questo sia esplicitamente previsto nel provvedimento del tribunale. Non riesco a parlarci per telefono. La madre non risponde ai carabinieri né ai miei telegrammi: anche il suo avvocato non risponde ai fax del mio. Questo si chiama sottrazione di minore, minore che può essere manipolato da una madre malevola”. (Continua dopo le foto)

tiperidentro timperidentro1Le dichiarazioni hanno portato Orsola Adele Gazzaniga a sporgere denuncia per diffamazione nei confronti del giornalista Tiberio Timperi. Ieri il tribunale monocratico di Roma lo ha condannato ad un’ammenda di 1.500 euro e al risarcimento da liquidare in separata sede. a decisione del giudice è stata accolta con soddisfazione dal legale di Gazzaniga, l’avvocato Attilio Soriano. Il rappresentante dell’ex moglie del giornalista afferma che la sentenza “arriva, dopo numerose udienze e dopo un meticoloso accertamento dei fatti. È stata, finalmente ed in maniera autorevole – conclude Soriano – affermata la dolosa falsità delle dichiarazioni con le quali il Timperi ha per troppo tempo sostenuto che la sig.ra Gazzaniga avrebbe ostacolato il rapporto di frequentazione con il figlio”.