raimondo-copertina
Famiglia

“È una vergogna!”. A sei anni dalla morte di Sandra Mondaini, la famiglia di filippini adottata insieme a Raimondo Vianello va da Barbara D’Urso. Ma l’intervista scatena un putiferio…

 

“Io capisco bene i vostri pensieri. Anche noi vogliamo tenerli assieme. E’ dura. Una volta al mese, scendiamo per andare a trovare il signor Raimondo. Abbiamo parlato con loro del momento della morte. Il desiderio del signor Raimondo era quello di essere seppellito nella tomba di famiglia. Mentre Sandra voleva stare con la mamma”. A quattro anni dalla scomparsa dell’attrice, i nipoti filippini si raccontano. A Domenica Live, Rosalie ed i figli Raymond e Gianmarco hanno mostrato, per la prima volta, alcuni oggetti appartenuti a Sandra Mondaini e Raimondo Vianello, tra cui un pupazzo di Sbirulino, regalato da una fan della coppia, il bollitore, il tagliacarte ed i ferri dell’uncinetto della madre del conduttore. La famiglia Magsino, adottata da Sandra Mondaini e Raimondo Vianello, a Domenica Live è stat protagonista del ricordo della coppia più amata della tv italiana non gradito però dagli spettatori, che hanno attaccato fortemente la retorica della “tv del dolore” di Barbara D’Urso.

(Continua dopo la foto)

raimondo-dentrodueLa famiglia racconta di essersi recata al cimitero di Lambrate per commemorare l’artista, sepolta in un luogo diverso dall’amatissimo marito (che è invece al Verano a Roma). E’ stata lanciata una petizione per unire i due coniugi anche dopo la morte. La domestica che, con figli e marito risiede nell’abitazione dei due attori, chiude definitivamente ogni polemica, ribadendo di aver solo rispettato il volere dei due artisti.

(Continua dopo la foto)

raimondo-dentro

Ma il pubblico non ha gradito. Gli attacchi sono arrivati attraverso i social network, in particolare da Twitter, dove il i telespettatori si sono scagliati contro questo genere di tv. Molti non hanno apprezzato affatto questo tipo di ricordo di una delle coppie più famose e più amate della nostra tv. Un ricordo giudicato troppo lacrimevole ai limiti del trash. Cosa ha scatenato le ire? I racconti dei presunti fenomeni paranormali che, secondo i Magsino, si sarebbero verificati nella casa della coppia, ora abitata da loro. Ma anche la riproposizione del filmato dell’urlo straziante della Mondaini, che chiamava suo marito durante il suo funerale, passando per il video dei due nipoti, che piangono davanti alle tombe di Sandra e Raimondo, seppelliti in due città diverse, lei a Milano e lui a Roma.

raimondo-dentrouno