nanna
Guide e Consigli Vita di coppia

E dopo carosello…tutti a nanna. Ma oggi chi ci riesce? Eppure mandare a letto presto i bambini farebbe bene a loro, a mamma e a papà

 

E dopo Carosello… tutti a nanna! una frase sentita tante volte che conferma la bontà di alcune pratiche basate sul buon senso e sull’esperienza familiare.
“Growing Up in Australia” è uno studio longitudinale che ha seguito lo sviluppo di oltre 10.000 bambini e famiglie australiane. Lo studio è iniziato nel 2004 con due coorti: famiglie con bambini di 4-5 anni e famiglie con neonati tra 0-1 anno. L’obiettivo è esaminare l’influenza dell’ambiente sociale, economico e culturale sulla salute dei bambini al fine di migliorare il sostegno alle famiglie tramite strategie di intervento precoce e di prevenzione. Ecco cosa emerge

(Continua dopo la foto)

nanna

I ricercatori hanno individuato nelle ore di sonno l’elemento chiave alla base della qualità della vita dei bambini e della depressione materna. E come ci sia un elemnto di accumulo, negli anni, nelle famiglie quando i bambini che non dormono arrivano agli 8-9 anni. In altre parole, le famiglie in cui i bambini erano abituati a coricarsi prima 20:30, godevano di una migliore salute mentale. Il risultato forse più sorprendente, è che questa equazione risultava vera indipendentemente dalle ore dormite del pargolo: a parità della durata del riposo, se la passavano meglio le famiglie che mettevano a letto presto il figlio.
bambini-sonno

nanna3
“Mettere a letto presto i figli non fa bene solo alla loro salute, ma anche a quella dei genitori” dice la ricerca, che ribadisce l’importanza per gli adulti di un momento dedicato a sé stessi, nel quale rilassarsi e leggere un libro oppure guardare una serie televisiva. Da ricavarsi appunto alla sera.