Come si formano le cisti ovariche

Le donne di solito hanno due ovaie che tengono immagazzinate le uova e che le rilasciano periodicamente. Ogni ovaio ha circa la dimensione di una noce ed è situato su ciascun lato dell’utero. Un ovaio produce un uovo al mese.

cisti ovariche

L’uovo è racchiuso in una sacca chiamata follicolo. Un uovo cresce all’interno dell’ovaio fino a quando gli estrogeni segnalano all’utero che è il momento di prepararsi per rilasciare l’uovo. A sua volta, il rivestimento dell’utero comincia ad addensarsi e prepararsi per l’impianto di un uovo fecondato ed una eventuale gravidanza. Questo ciclo si verifica ogni mese e termina di solito quando l’ovulo non è fecondato. Tutti i contenuti del dell’utero vengono poi espulsi con il periodo mestruale.

In ecografia le cisti all’ovaio assomigliano a delle bolle. Esse contengono solo del liquido e sono  circondate da una parete molto sottile. Questo tipo di cisti è anche chiamata cisti funzionale, o cisti semplice. Se un follicolo durante il ciclo mestruale di una donna riesce a resistere alla rottura, il liquido rimane in esso e può formare una ciste.

Tali cisti colpiscono le donne di tutte le età. La stragrande maggioranza di esse si verificano normalmente e non fanno parte di un processo patologico, quindi sono benigne, nel senso che non sono cancerose e spariscono da sole nel giro di qualche settimana senza trattamento. Tuttavia, talvolta esse fanno parte di un carcinoma ovarico.

I tipi più comuni di cisti ovariche sono:

  • Cisti follicolari. Si tratta di cisti semplici che si formano quando l’ovulazione non si verifica o quando un follicolo maturo collassa su se stesso. Una cisti follicolare si forma di solito al momento dell’ovulazione e può crescere fino a circa 2,3 centimetri di diametro. La rottura di questo tipo di cisti può creare dolore acuto sul lato dell’ovaio sul quale appare la cisti.
  • Cisti emorragica. Questo tipo di cisti funzionale si presenta nel momento in cui avviene del sanguinamento all’interno di una cisti. I sintomi sono un dolore addominale su un lato del corpo.
  • Cisti dermoide.È il caso di un tumore benigno a volte indicato come teratoma cistico maturo. Si tratta di cisti anormali che di solito colpiscono le donne più giovani e possono crescere fino a 3 centimetri di diametro.
    • L’immagine ecografica di questo tipo di cisti può variare a causa dello spettro di contenuti, ma una TAC e una risonanza magnetica (MRI) può mostrare la presenza di calcificazioni di grasso  denso.
    • Queste cisti possono infiammarsi e ruotare intorno all’ovaio (una condizione nota come torsione ovarica), compromettendo l’apporto di sangue e causando forti dolori addominali.
  • Endometriomi. Questo tipo di cisti si forma quando il tessuto endometriale (il tessuto di rivestimento dell’utero) è presente sulle ovaie. Essa colpisce le donne durante gli anni riproduttivi e può causare dolore pelvico cronico associato alle mestruazioni.
  • Ovaio policistico. Sull’ovaio vi sono delle piccole cisti presenti intorno alla parte esterna. Questa condizione può essere trovato in donne sane e in donne affette da problemi ormonali.
    • La sindrome dell’ovaio policistico è associata a infertilità, sanguinamento anormale, un’aumentata incidenza di aborto spontaneo e complicazioni legate alla gravidanza.
    • La sindrome dell’ovaio policistico è molto comune e si pensa che si verifichi nel 4% -7% delle donne in età riproduttiva ed è associata ad un aumentato rischio di tumore dell’endometrio .
  • Cistoadenoma. Un cistoadenoma è un tipo di tumore benigno che si sviluppa dal tessuto ovarico. Esso può essere riempito di un materiale di tipo mucoso – fluido e può diventare molto grande.

Cause

Ecco alcuni possibili fattori di rischio per lo sviluppo di cisti:

  • Storia di cisti precedenti
  • Cicli mestruali irregolari
  • Aumento della distribuzione di grasso sulla parte superiore del corpo
  • Inizio delle mestruazioni a 11 anni o più giovani
  • Infertilità
  • Ipotiroidismo o squilibrio ormonale
  • Terapia per il cancro al seno con Tamoxifene (Soltamox)

I contraccettivi orali diminuiscono il rischio di sviluppare cisti perché impediscono alle ovaie di produrre le uova durante l’ovulazione.

Sintomi

Di solito le cisti non producono sintomi e vengono rilevate durante un esame fisico di routine o sono viste per caso su una ecografia eseguita per altri motivi. Tuttavia, i seguenti sintomi possono essere presenti:

  • Dolore addominale o pelvico
  • Periodi mestruali irregolari
  • Sensazione di pressione addominale o pelvico o pienezza
  • A lungo termine il dolore pelvico può essere avvertito anche nella parte bassa della schiena
  • Dolore pelvico dopo un intenso esercizio fisico o rapporto sessuale
  • Nausea e vomito
  • Dolore vaginale o sanguinamento dalla vagina
  • Infertilità

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *